Servire e spiare, questo è il compito di Hob alla corte dei Faeregine, la casata che regna su Impyrium da oltre tremila anni; è un compito relativamente semplice, specie se la motivazione è ristabilire la giustizia in un reame dove i cittadini magici hanno privilegi inconcepibili in confronto ai non-magici. La difficoltà che Hob non aveva previsto è di iniziare a stimare la principessa Hazel curiosa e timida, però abbastanza coraggiosa da ribellarsi contro i suoi stessi privilegi per amore della verità e della giustizia. Mano a mano che le richieste dei suoi capi si fanno più subdole, Hob comincia a capire di essere stato coinvolto in un gioco molto complesso e che, in fin dei conti, affrontare un drago non è il pericolo peggiore…