Una madre con problemi di dipendenze e sua figlia, dopo mesi di vita per strada, si rifugiano in un vecchio mulino abbandonato. La ragazza deve diventare invisibile, dice la madre, perché altrimenti i servizi sociali potrebbero vederla e portarla via. Così trascorre il tempo nascosta a osservare la città
trafficata e a fantasticare sulle vite dei pendolari. Finché un giorno si accorge che al suo passaggio la
polvere nell'aria si muove in un modo strano, come se una presenza avesse cominciato a seguirla ovunque. Con l'aiuto di Guardiano, il senzatetto con cui fa amicizia, decide di affrontare quello che
sembra essere un fantasma rimasto intrappolato nel mulino. Ma non solo. Decide che è anche ora
di scacciare una volta per tutte i demoni che perseguitano sua madre.